fbpx

Perché il 30 luglio si celebra la Giornata Mondiale dell’Amicizia?

 

 

Ogni anno il 30 luglio in ogni parte del pianeta si festeggia la Giornata Mondiale dell’Amicizia, un appuntamento che ricorda a grandi e piccini l’importanza di tutti quei sentimenti in grado di migliorarci la vita e promuovere la pace tra i popolo.

 

Cos’è la Giornata Mondiale dell’Amicizia?

La Giornata internazionale dell’amicizia (International Day of Friendship) nacque nel 2011 per decisione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite che, attraverso la risoluzione A/RES/65/275, voleva indire una ricorrenza annuale per celebrare i valori di pace, fratellanza e nonviolenza che erano già stati assunti dall’ONU come principi imprescindibili nella Dichiarazione e del Programma d’azione su una cultura della pace del 1999. Solo attraverso questo nobile sentimento, infatti, le civiltà potranno costruire un futuro di armonia e rispetto delle diverse culture.

In realtà già nel 1958 esisteva un giorno simile dedicato all’amicizia, che infatti ispirò i promotori delle Nazioni Unite. Si tratta del Dìa de la Amistad del Paraguay, dove il suo fondatore, Ramón Artemio Bracho, fu il primo a proporre come data proprio il 30 luglio.

Al di là del valore politico, la Giornata rimane dunque un’occasione per inneggiare all’amicizia non solo tra i popoli ma anche tra i singoli individui. D’altronde è proprio vero che chi trova un amico trova un tesoro!

 

Perché è importante avere tanti amici?

 

Per un bambino avere tanti buoni amici è importantissimo per la sua salute psicofisica. Confrontarsi con altri ragazzi e interagire con loro nei più disparati momenti della quotidianità – dal gioco allo studio, dal divertimento ai momenti di tensione – aiuta infatti ad imparare a gestire i conflitti, gli imprevisti e le molteplici dinamiche sociali, consentendo inoltre di arricchire un bagaglio emotivo che determinerà che tipo di adulto potrà diventare.

Crescendo poi, il campo delle amicizie può mutare e, probabilmente, restringersi, ma se si riesce destreggiarsi bene tra gli “scherzi” della vita, questo non farà che innalzare la qualità delle relazioni mantenute.

D’altronde sono propio gli amici veri quelli che ci permettono di andar avanti e superare anche i periodi più complicati.

L’amicizia dunque rimane un fiore che necessita cure continue, soprattutto quando si fa fatica a dedicarsi alle persone che ci vogliono bene a causa dei mille impegni che ci assediano. Talvolta però basta una telefonata o un semplice messaggio per ricordare agli amici veri che per loro ci saremo sempre.

 

Filastrocca dell’amicizia vera di Mimmo Mòllica

 

Se un cuore s’è spezzato, rotto, chiuso,

se una storia d’amore ti ha deluso,

l’amicizia sincera scioglie il male,

un amico è il rimedio universale.

L’amicizia sincera veramente

ti arriva come l’aria, sembra niente,

ma è fertile e fiorente come un prato,

germoglia come il seme seminato.

Trasforma la tristezza in un sorriso,

chiude l’inferno ed apre il paradiso,

rende gioiose le giornate avverse,

asciuga pure le lacrime perse.

Quante risate da sembrare sciocchi,

fino a venirci le lacrime agli occhi;

un’amicizia vera come sai

inizia un giorno e non finisce mai.