fbpx

Il Castello di Sirmione è un esempio di architettura che lascia tutti a bocca aperta. E anche i suoi dintorni regalano sorprese.

 

 

Una meraviglia d’altri tempi, è il Castello di Sirmione in Lombardia. Una fortezza bagnata su tutti i lati dal Lago di Garda (che non è solo Gardaland, anche se i bambini lo adorano per questo), in un contesto naturalistico unico al mondo. Oltre a essere uno dei castelli in Italia meglio conservati, meta di turisti e di curiosi, il Castello di Sirmione ha una storia incredibile e dei dintorni che meritano una visita, anche della durata di un weekend. Le Terme di Sirmione sono una destinazione amatissima da grandi e piccini, in un itinerario che ha al centro l’acqua come elemento principale ma che ha anche molte altre sfaccettature. 

 

 

Castello di Sirmione, cosa vedere 

 

I bambini adorano i castelli. Soprattutto se amano le storie di cavalieri e principesse. Al Castello di Sirmione poi, potranno attraversare un vero ponte levatoio! L’aspetto esterno della fortezza, usata dagli scaligeri, è rimasta uguale al XIII secolo, anno in cui si fa iniziare il processo di edificazione della rocca. La darsena, costruita come rifugio per le navi della flotta, è un esempio architettonico davvero d’impatto, visto che è mantenuta in condizioni perfette.

All’interno delle mura si entra in un altro mondo. Si tratta di un borgo vivo e allegro pieno di vicoletti in cui perdersi: i più temerari potranno salire anche gli scalini (146) per fare la passeggiata sulle mura, come veri soldati in assetto difensivo.

Un itinerario di due giorni a Sirmione permetteranno a tutta la famiglia di scoprire il borgo antico e le sue mura, ma anche di rilassarsi in una delle terme presenti nei dintorni del castello.

 

Le terme di Sirmione

Un’attività che adoravano già gli antichi romani e che è rimasta in cima alle preferenze di chi visita Sirmione è andare alle terme.

Le acque termali di Sirmione vengono usate anche per realizzare le soluzioni per i lavaggi nasali dei bambini: non è un caso che nel centro Aquaria, il più all’avanguardia, siano anche previste sessioni di cure termali per le vie aeree proprio destinate ai minori di 14 anni. Le più famose sono le Terme Virgilio e le Terme Catullo, che però si trovano fuori dal centro e devono essere raggiunte in auto. Tutte accettano i bambini, che si divertiranno nelle piscine calde, immerse nella natura lombarda.

 

Leggende sul Castello di Sirmione

Come tutti i castelli, anche Sirmione ha la sua leggenda legata a due personaggi, la cui storia viene tramandata da secoli dalla tradizione orale. La storia racconta di un ragazzo, Ebengardo, che era innamorato di Arice. In una notte di tempesta, un cavaliere chiese riparo tra le mura del castello: vista Arice, se ne innamorò e cercò di entrare nella sua camera. Spaventata, Arice venne pugnalata dal cavaliere, un gesto che portò poi alla sua morte per mano del povero Ebengardo. Per questo si racconta che, nelle notti di tempesta, possano ancora sentirsi tra le vie di Sirmione le urla dei due giovani, divisi da una immane tragedia e uniti per sempre dal loro amore.

 

 

Cosa vedere nei dintorni di Sirmione

Parco didattico Gioca Bosco: una giornata tra gli Gnomi

Gnomi, fate, natura, fantasia e divertimento sono la formula del meraviglioso Parco Didattico Giocabosco di Gavardo, un bosco magico dove i bambini possono vivere una giornata davvero unica!

giocabosco 2022

 

La gita è adatta per una famiglia con bambini dai 2 agli 8 anni.  Il percorso tematico con la missione per diventare guardiani del bosco, è fattibile in qualsiasi momento della giornata, cercate sulla mappa il numero 1 e partite per avventura. Il percorso è fisso, a tappe e viene svolto singolarmente (se siete venuti in compagnia di amici potete farlo insieme), le Fate non accompagnano lungo il percorso.
Durante la giornata verranno proposte altre attività a sorpresa.

Giocabosco è aperto solo su prenotazione, il sabato, la domenica e i festivi, per le gite in famiglia. Il numero delle famiglie ospitate in ogni giornata è limitato. Per garantire le distanze ed evitare gli assembramenti è stato inventato un nuovo modo di raccontarti la storia e di nominare i bambini Guardiani del Bosco.

Le Fate e gli Gnomi hanno pensato ad un format: all’arrivo ogni famiglia riceverà uno scrigno con all’interno la mappa, il regolamento e gli indizi per cominciare l’avventura in autonomia

giocabosco interno

Oltre al percorso tematico e la missione di diventare “Guardiano del bosco” troverete il labirinto, un ponte tibetano, una rete sospesa sugli alberi per saltare, e area con i travasi della sabbia e casette attrezzate.

Michela Sartori ha dato vita a questo parco nel 2005 in un suggestivo quercetocreando un luogo speciale per far vivere ai bambini  dai 2 agli 8 anni, un’ esperienza fantastica all’aria aperta.

Giocabosco è un luogo nato per far sognare i bambini e a misura di bambino, dunque gli spazi non sono sconfinati, gli adulti potranno seguire i loro bambini durante il percorso, il fine di questo luogo magico è di riavvicinare i bambini alla natura attraverso la fantasia e insegnare loro a prendersene cura utilizzando il gioco come strumento educativo; dunque per vivere al meglio questa esperienza, anche i genitori dovranno provare a far uscire il bambino che c’è in loro, oppure accontentarsi di trascorrere semplicemente una bella giornata nella natura. 

A Giocabosco gli effetti speciali non mancano. Ciò che interessa è curare molto i particolari e piacciono le cose piccole ed originali che spesso passano inosservate agli occhi degli adulti. Sculture, casette degli Gnomi, cartelli, filastrocche, i bambini notano tutto, anche i vestiti degli Gnomi stesi sui rami più alti.

Il percorso tematico con la missione per diventare guardiani del bosco, è fattibile in qualsiasi momento della giornata, cercate sulla mappa il numero 1 e partite per avventura.

Il percorso è fisso, a tappe e viene svolto singolarmente (se siete venuti in compagnia di amici potete farlo insieme), le Fate non accompagnano lungo il percorso.
Durante la giornata verranno proposte altre attività a sorpresa.

giocabosco interno2

I bambini intraprenderanno un percorso che è una missione a tappe che le famiglie svolgono in autonomia una volta terminato il percorso i bambini diventeranno guardiani del bosco e riceveranno un riconoscimento.

Gli organizzatori si raccomandano di non informare i bambini delle attività che si svolgeranno nel corso della giornata in modo che tutto sia una sorpresa!

Mimetizzate nel bosco sugli alberi di querce, si incontreranno le abitazioni degli Gnomi , che destano sempre molta curiosità ed interesse nei bambini rafforzando la loro convinzione di trovarsi in un bosco magico. In un’area del querceto vivono alcuni animali, che i bambini potranno guardare e toccare come pony, conigli e galline..

È stato inoltre realizzato un ponte tibetano lungo più di 10 metri dove i bambini possono divertirsi e mettersi alla prova in tutta sicurezza, in un percorso sospeso all’interno di una rete

giocabosco interno3

Informazioni utili sul parco didattico Giocabosco

L’ingresso al Giocabosco avviene solo tramite PRENOTAZIONE 

Tutte le aree gioco sono a tua disposizione, dovrete solo sorvegliare i bambini per far mantenere le distanze. Ogni famiglia avrà a disposizione la metà di una tavolata da 4m e vicino ad ogni postazione troverai dei giochi che useranno solo i tuoi bambini! I tavoli sono disposti su tutto il bosco, al tuo arrivo potrai scegliere il punto del bosco che preferisci e occupare il tavolo.

Per la pausa pranzo l’area pic-nic è attrezzata con tavoli e panche, oltre ad essere presenti alcuni barbecue con il necessario per cucinare. Il fuoco è a disposizione gratuitamente con legna, griglie e tutto il necessario x cucinare alla brace, SU PRENOTAZIONE, il fuoco è all’aperto e non è coperto.
Per chi non  volesse  portare il pranzo da casa, potrà rifocillarsi al punto ristoro, dove si potranno anche scaldare le pappa per i bambini. Chi desidera pranzare, usufruendo del chiosco è pregato di arrivare tra le 10:00 e le 11:30 massimo (fascia oraria in cui si prendono prenotazioni per il pranzo) oltre questo orario non sarà possibile garantire la scelta dei piatti!

Giocabosco dispone di servizi igienici per bambini (attrezzato con sanitari piccoli), servizi igienici per adulti e diversamente abili e fasciatoio per il cambio dei più piccoli.
Nel punto ristoro Bottega delle Fate, è possibile acquistare bibite, gelati, panini, snack (anche senza glutine).

Presenti nel parco servizi igienici per adulti e per bambini, con sanitari piccoli, oltre al fasciatoio per il cambio dei più piccoli.
Gli organizzatori si raccomandano di non informare i bambini delle attività che si svolgeranno nel corso della giornata in modo che tutto sia una sorpresa!

.


Giocabosco si trova a Gavardo (BS) a 15 Km dall’uscita di Brescia Est dell’autostrada A4 e a 10 Km da Salò (Lago di Garda).